E-mail marketing e la gestione dei contatti commerciali

39Marketing ha partecipato al sondaggio, base per questa Infografica

 


Marketing: facciamo il bilancio del 2013

2014_39marketingNell’augurarvi Buon 2014 vogliamo lasciarvi alcuni spunti di riflessione per ripartire alla  grande dopo la pausa di fine anno

Analizzate le attività di marketing fatte

Portare  l’attenzione indietro allo scorso anno è il primo passo per un 2014 di successo. Prendete un pezzo di carta, o meglio un foglio elettronico, o componete una mappa mentale, scrivendo le attività fatte e i risultati raggiunti: positivi e negativi. In tal modo, non solo otterrete la sensazione (e soddisfazione) di aver fatto tanto, ma avrete basi chiare per giudicare cosa fare, cosa aspettarvi e a fine 2014 come paragonare i risultati anno su anno.

Decidete le attività marketing da fare e siate specifici

Dopo aver analizzato il 2013, è il momento di decidere cosa si vuole migliorare e pianificare per il 2014. Accertati di non porre obiettivi troppo ambiziosi e gravosi. E ‘più probabile avere successo scegliendo un numero ristretto di target e su quelli concentrarsi.
Proprio perchè gli obiettivi sono pochi devono essere però molto specifici e dettagliati. Su questo rifletti bene ed entra nei particolare. Non basta pensare “essere più presente sui social” ma è necessario stabilire su quali, se essere autori o ascoltatori, quanto, quando e di cosa scrivere, quando quanto e su cosa commentare, ecc….

Agite sul vostro piano di marketing 2014

Scrivere ciò che si vuole raggiungere è solo metà della battaglia. Bisogna passare all’azione e realizzare quanto pianificato, organizzando il lavoro, preparando il materiale a supporto e soprattutto coinvolgendo i colleghi di cui si ha necessità per realizzare le idee.

Tenete traccia di tutto e non mollate mai!

Dopo una elevata motivazione iniziale si noterà un calo di entusiasmo. E’ normale. Il rimedio? Per tenervi in gioco, tenete traccia dei risultati. È possibile scrivere su un pezzo di carta o utilizzare un’applicazione digitale (come ad esempio Evernote). Vedrete che anche se non sembra, si stanno facendo progressi e questo porterà alle stelle la motivazione a fare 🙂

Condividete sempre quello che fate

Comunicate il vostro intento e la vostra motivazione a fare per ottenere quali risultati. Questo avrà un effetto contagioso su chi vi ascolta portando maggiore supporto e collaborazione. Inoltre nei momenti di stanchezza vi aiuteranno a recuperare energie e voglia di fare!

Siamo sicuri al 100% che otterrete tutti i successi che state pianificando e speriamo di poter essere al vostro fianco nel lavoro di tutti giorni anche grazie ai contributi che trovate su questo blog come su quello dedicato al marketing online e ai social network: www.39webmarketing.com


Pronti per l’e-mail marketing nel 2014?

L’e-mail marketing come strumento operativo di comunicazione online!

39Marketing: Content Marketing e dintorni

MailUpMolte aziende ancora non usano in modo strutturato l’e-mail marketing, altre lo utilizzano ma in modo non completo, solo come veicolo di comunicazione e non come strumento di vendita.

Sono molte le motivazioni per cui una azienda dovrebbe usare l’e-mail marketing come strumento di vendita, dal momento che rappresenta comunque ancora, soprattutto nel b2b, uno dei canali più efficaci per il marketing interattivo e relazionale.

Inoltre, l’e-mail marketing offre risultati comprovati e misurabili, in modo da essere valutati e continuamente ottimizzati  per un miglioramento continuo dei risultati.

Per sfruttare al massimo l’E-mail marketing è però necessario avere il giusto strumento e il giusto partner, non tutte le soluzioni sono uguali e in questo caso gli strumenti reperibili in rete gratuiti davvero non sono in grado di rappresentare una buona soluzione professionale.

Abbiamo voluto individuare 3 buoni motivi per cui un’azienda dovrebbe sfruttare l’e-mail marketing come mezzo per vendere

View original post 365 altre parole